Italian (Italy)English (United Kingdom)French (Fr)
Il LAUDARIO di CORTONA PDF Stampa E-mail
Scritto da Gianna Chiaretti   
Mercoledì 12 Ottobre 2016 17:38

Il 14 e il 15 ottobre l'associazione culturale "Centro Studi Frate Elia da Cortona", con il contributo dell'Accademia Etrusca e con la collaborazione della Biblioteca Comunale, promuove due iniziative legate alla storia francescana di Cortona.

Venerdì 14 ottobre alle ore 18.00 nella chiesa di San Francesco il gruppo vocale Laurence K. J. Feininger di Trento terrà un concerto di laude tratte dal Laudario di Cortona e da altre composizioni sacre dei secoli XIII-XIV.

Sabato 15 ottobre alle ore 10.30 nel Salone Mediceo di Palazzo Casali, sarà presentato il Facsimile e studio critico del Laudario, a cura di Marco Gozzi e Francesco Zimei (Lucca, Libreria Musicale Italiana, 2015). Per l'occasione saranno messi in mostra il manoscritto originale del Laudario (ms. 91) e altri codici provenienti dal convento di San Francesco a Cortona.

Il Laudario di Cortona (Cortona, Biblioteca del Comune e dell'Accademia Etrusca, Ms. 91) è un codice musicale manoscritto italiano della seconda metà del XIII secolo, contenente una collezione di 66 laude di cui solo le 44 della prima parte sono con musica scritta in notazione quadrata. Il manoscritto è composta da 171 fogli di pergamena ed è privo di miniature. Non se ne conosce esattamente la data, ma si ritiene che sia stato copiato fra gli anni 1270 e 1297; apparteneva alla Fraternità di Santa Maria delle Laude della chiesa di San Francesco a Cortona. Nell'anno 1876 fu ritrovato abbandonato, in uno stato pietoso, dal bibliotecario della Biblioteca del Comune e dell'Accademia Etrusca di Cortona, Girolamo Mancini, che lo aggiunse alla biblioteca cortonese, in cui è attualmente conservato.

Il testo è scritto in caratteri gotici ed è formato da due parti: la prima va dal foglio 1 al 122 e le sue dimensioni sono di 22,6 x 17,2 cm; la seconda è posteriore, con un formato più piccolo di 21,5 x 17,3 cm e va dal foglio 133 al foglio 171. Fra le due parti fu inserito, più avanti, un quadernetto (fogli dal 123 al 132). Nel quadernetto inserito posteriormente vi sono altre due laude con notazione musicale. In totale, quindi, il manoscritto contiene 46 brani musicali: le prime 16 laude sono mariane, mentre le restanti seguono approssimativamente il calendario liturgico.

Il Laudario di Cortona è la più antica collezione conosciuta di musica italiana in lingua volgare, nonché l'unica del XIII secolo.

L'altro manoscritto italiano di laude con notazione musicale è il Laudario Magliabechiano 18 (Firenze, Biblioteca Nazionale Centrale), ma è successivo al Laudario di Cortona. In esso si trovano altri brani privi di musica (solo testuali) del Laudario di Cortona, come pure nel Laudario di Arezzo (Arezzo, Biblioteca Comunale 180 della Fraternità dei Laici), nel Laudario di Milano (Milano, Biblioteca Trivulziana 535) e in altri frammenti sparsi.

 

Visita guidata di Cortona

guida turistica Gianna Chiaretti

Ultimo aggiornamento Mercoledì 12 Ottobre 2016 17:40